L’ANALISTA FORNISCE 3 RAGIONI PER CUI IL BITCOIN POTREBBE RIMBALZARE DA 10.000 DOLLARI

Mentre il Bitcoin è passato da quasi 10.500 dollari a meno di 10.000 dollari in una settimana, molti hanno paragonato la sua caduta a quella di marzo 2020.

Cinque mesi fa, una crisi di liquidità ha causato un grave crollo dei mercati globali. Anche Bitcoin ha subito la tempesta, poiché i trader con un’esposizione nella criptovaluta l’hanno venduta per cercare denaro contante, sia per le partecipazioni personali che per coprire le loro posizioni di margine. BTC/USD, di conseguenza, è sceso del 60% in soli due giorni di trading.
Ma con l’intervento delle banche centrali e dei governi, il sentimento al rialzo è tornato in pista. Tassi di interesse più bassi, programmi di acquisto di obbligazioni a tempo indeterminato e l’allentamento quantitativo hanno riportato la liquidità nei mercati azionari e nei mercati dei rifugi sicuri. La Bitcoin ha beneficiato di un notevole rally del 200% dal suo nadir di metà marzo a 3.858 dollari.

Ma ora, la crittovaluta di riferimento sta restituendo una parte di questi guadagni. La ricerca di una correzione al ribasso ha portato i suoi prezzi al di sotto dei livelli critici di supporto. Nel frattempo, il dollaro USA, che è sceso al minimo storico di 27 mesi a causa dell’eccesso di offerta, si sta rafforzando. Era più forte già nel marzo 2020.

Questo è il motivo per cui molti credono che Bitcoin potrebbe subire un altro ciclo di correzione ribassista, questa volta al di sotto dei 10.000 dollari, un livello di supporto che attualmente mantiene la tendenza rialzista a breve termine della criptocurrency.

DISSENSO

Il servizio di analisi e previsione criptica, Income Sharks, ha pubblicato un parere dissenziente sulle attuali prospettive ribassiste in un tweet di mercoledì mattina presto. Ha offerto tre ragioni per il prossimo potenziale ritiro nel mercato Bitcoin, incapsulando sia il lato fondamentale che quello tecnico del pregiudizio.

„La differenza più grande che vedo questa volta è che abbiamo liquidità a questi livelli, siamo ancora su una linea di tendenza importante, e abbiamo un cuneo in calo“, ha detto l’analista pseudonimo dietro a Income Sharks. „L’ultima volta abbiamo avuto una bandiera a forma di orso (in aumento) e una pandemia globale che è stata un evento di cigno nero“.

Le dichiarazioni si riferivano indirettamente all’impegno della Federal Reserve statunitense di aiutare l’economia statunitense per tutto il tempo necessario. La banca centrale ha promesso di aumentare l’inflazione oltre il 2%, obiettivo prefissato, nei prossimi anni, indicando un periodo più lungo di riduzione dei tassi di interesse.

In altre parole, la Fed si è impegnata a fornire quanti dollari USA il mercato richiede. Questo dovrebbe tipicamente indebolire il biglietto verde nel lungo periodo, causando così un’inflazione dei prezzi al consumo. I trader pongono il Bitcoin come una copertura contro l’inflazione per la sua scarsità sottostante.

Il fondamentale ha sostenuto la struttura tecnica a breve termine del Bitcoin. Come rilevato da Income Sharks, BTC/USD si aspetta di ritirarsi dal supporto di un canale ascendente dimostrabile. Nel frattempo, un modello di Falling Wedge indica anche un’inversione di tendenza nelle prossime sessioni.

Ma alcuni analisti sono diversi.

BITCOIN WEDGE O BANDIERA?

Un operatore di crittografia della CNBC ha sostenuto che la struttura che appare come un Falling Wedge è in realtà una bandiera. Una bandiera in un trend discendente è un modello di continuazione ribassista.

„Buon occhio“, ha risposto il trader a Income Sharks, „ma per fare l’avvocato del diavolo, si può anche chiamare una bandiera orsa in discesa piuttosto che un cuneo, con un’asta della bandiera ripida che suggerisce la continuazione“.

Il toro, tuttavia, ha ricordato che la sua analisi si concentra anche sul lato fondamentale del commercio. Ovvero, ha aggiunto, „per rimanere obiettivi“.

BTC/USD era scambiato vicino ai 10.080 dollari al momento di questa scrittura, con un calo dello 0,42% nella prima sessione di mercoledì.

Dieser Beitrag wurde am 9. September 2020 veröffentlicht, in Krypto. Setze ein Lesezeichen mit dem Permanentlink.